Loading...
INCIUCIOGossip e non solo

Christopher Lambert innamorato pazzo della (giovanissima) fidanzata Camilla Ferranti: baci di fuoco

Christopher Lambert innamorato pazzo della (giovanissima) fidanzata Camilla Ferranti: i baci sono focosi…

 

christopher-lambert-camilla-ferranti-roma-esclusive-645-copia

È AMORE VERO – «Amo stare in Italia, mi piace il vostro spirito». Quale spirito, scusi? «Il mio. Glielo riassumo così: “Nasci col pannolino, muori con il pannolino: in mezzo, divertiti, dona, ama”». E girando La Dottoressa Giò, in onda su Canale 5, Christopher Lambert si è divertito, si è donato e ha pure trovato l’amore. Ci accoglie nella hall di un albergo affacciato su Villa Borghese: ha la voce arrochita dall’imprudenza metereologica («Entro ed esco dall’hotel senza giacca: devo ricordarmi che non sono più Highlander»), mescola inglese, francese, italiano e lunghe pause, non si scosta mai da una specie di severa, ispirata gentilezza.

Come è finito – lei che è una superstar hollywoodiana, lei che ha lavorato con Luc Besson, Michael Cimino e i fratelli Coen – sul set della Dottoressa Giò? «Sono in questo business, la recitazione, da 40 anni, ho pensato che fosse interessante fare qualcosa di diverso. Non sono qui per salvare il mondo, non cerco di essere qualcun altro, men che meno una superstar».

Insomma, ha conservato l’umiltà. «Non è umiltà, è umanità».

Conosceva Barbara d’Urso? «Certo. Non come attrice, ma come personaggio televisivo. È una donna interessante: intervista politici, attori, cantanti, e può farlo in modo scherzoso o con un piglio più serio. Adoro le persone che hanno questo doppio registro».

E poi ha quei suoi famosi sguardi empatici. «È molto popolare, a qualcuno può non piacere: ma se hai raggiunto quel livello e quella fama, vuol dire che sei bravo. Lei è pure un ottimo essere umano».

 

Intanto, girando una scena della fiction, l’ha mandata al Pronto soccorso . «Dovevamo lottare e io non recito, divento il personaggio che interpreto. Un cazzotto mi è sfuggito, ma l’ospedale, dai… È un po’ esagerato! Barbara non avrebbe mai potuto girare Highlander: sono ancora pieno di cicatrici».

Di solito fa l’eroe. Il primario Sergio Monti, invece, è un cattivo senza rimedio. «Non è cattivo: è un uomo travolto dal potere. Ha un solo obiettivo: distruggere la dottoressa Giò. E chi ha un solo obiettivo, nella vita, si perde».

Nelle sue macchinazioni, Monti è aiutato dalla dirigente sanitaria Anna Torre, interpretata da Camilla Ferranti. Che attrice è, Camilla? «Fantastica. È genuina, pura. Sa, siamo dello stesso segno: l’Ariete. L’astrologia non guida la mia vita, ma, insomma, delle piste me la dà. C’è qualcosa di molto buffo, in lei, e qualcosa, da qualche parte, di molto triste. Anch’io sono così. È un essere umano meraviglioso, è un’attrice meravigliosa».

C’è un regista italiano con cui le piacerebbe lavorare? «Tanti, ma il mio preferito resta Gabriele Salvatores, con cui ho girato Nirvana (nel 1997, ndr). Ha uno sguardo bellissimo, ti offre mille vie di fuga. E io sono diventato attore per scappare».

Da cosa? «Dalla vita quotidiana».

Cos’ha che non va la vita quotidiana? «Non sono fatto per la routine. Nella vita reale, come tutti, sei felice e triste. Quando evadi, recitando o imbarcandoti in altri progetti (Lambert ha un albergo, una casa vinicola, produce film e ha scritto due romanzi, ndr), sei sempre felice. Ma ora l’ho capito: una quota di routine, un po’ di tristezza mi toccano».

 

Parliamo dell’amore della sua vita… (Silenzio, sguardo tra il circospetto e il truce, ma più truce che circospetto, ndr). Mi riferisco a sua figlia Eleanor. «Ha avuto una mamma grandiosa (l’attrice Diane Lane, ndr). E un papà divertente. Io le ho detto solo: “L’unica cosa importante è rispettare le persone per quel che sono”. Lo fa».

Oltre che divertente, è un papà geloso? «Eleanor è stupenda dalla nascita. Così, molti amici mi hanno subito detto: “Quando avrà 15 anni, impazzirai”. E io ho sempre risposto: “Perché? È la vita…Avrà fidanzati, ci andrà a letto. È la vita, non succede niente”. Voglio solo che sia felice».

E se lei le dicesse: «Papà, esco con un attore»? «Si è fidanzata con un attore! Da un anno, è un ottimo ragazzo».

Lei ha avuto tanti amori. Perché solo una figlia? «Perché Diane Lane è l’unica tra le mie donne che sarebbe stata una buona madre. Mi sono detto: “Se non fai un figlio con lei, non sarai mai papà”».

Ha anche detto che Diane è l’unica con cui sarebbe potuta durare per sempre. «Perché non mi ha mai voluto cambiare. Tutte le fidanzate, nel giro di sei mesi, vogliono trasfigurarti. Ma io sono felice come sono».

Con la Ferranti sta da quattro mesi: gliene restano due di pace. «Camilla è una delle persone più interessanti e intelligenti che abbia conosciuto: non farà quell’errore. È una combinazione miracolosa: mentalmente può avere 12 anni, o 30, oppure 80. È profonda, contiene molte donne, molte età. Questo mi piace da morire. Perché io, invece, sono abbastanza incline ad avere sempre 12 anni».

La d’Urso ha detto che non si è accorta della vostra liaison. Come siete sfuggiti ai suoi radar? «Io sono molto timido, discreto: se invito Camilla a cena, non lo faccio sapere a tutta la troupe. Ma il legame che si è creato tra noi, già sul set, era evidente. Non stavo cercando una relazione. Ma poi, mi è “successa” Camilla: come credo di averle già spiegato, è una persona incredibile, speciale. Sono sicuro che durerà».

Camilla ha confessato di non aver mai visto un suo film. «Le sembrano cose da dirsi? L’altro ieri le ho fatto vedere Nirvana».

Lei ha detto peste e corna dei social. «Non sono su Facebook, anche se circolano almeno una quindicina di profili che pretendono di essere me. Internet è utile. Come la lavastoviglie, come la lavatrice. Ma è un prodotto, non può succhiarti via la vita. Invece ormai le persone comunicano solo con la plastica. Il computer è plastica. Parlate tra umani, cavolo!».

 

Su Instagram lei pubblica spesso foto con la Ferranti. In calce a una di queste, una signora le ha scritto: «Carina, sua figlia». (Ride di gusto, ndr) «Non l’avevo letto. Vede: puoi dire quello che vuoi, sui social, ma lo dici alla plastica. E poi 22 anni di differenza non sono tanti».

È vero che, durante un viaggio a New York, ha chiesto a Camilla di sposarla? «Questa è la mia vita privata. Ripeta con me: private life».

Private life. Però, insomma, le ha dato l’anello… «Le ho fatto un regalo. E poi… ».

Private life. «Bravo. Voi vi fissate con i simboli, ma io Camilla l’ho presentata a mia figlia, che è ancora più importante. Ed Eleanor mi ha scritto un messaggio lungo, bellissimo. Mi ha detto che Camilla è amazing, fantastica».

Di Alba Parietti non vuole parlare, vero? «No. Posso dirle che è una donna molto divertente, molto in gamba. Ma tra noi non ha funzionato».

Alba ha detto che tra voi è finita perché lei, Lambert, non sopportava l’onta di esser noto, in Italia, come “il fidanzato della Parietti”. (Ride, ndr) «Questo presuppone che io abbia un ego smisurato. E in quest’oretta, lei dovrebbe averlo capito: io non ce l’ho, l’ego».

Christopher Lambert innamorato pazzo della (giovanissima) fidanzata Camilla Ferranti: baci di fuocoultima modifica: 2019-01-28T08:50:55+01:00da shopper2000
Reposta per primo quest’articolo
Loading...

Add a Comment