Loading...
INCIUCIOGossip e non solo

Mahmood litiga col fidanzato, l’indiscrezione bomba: “Messaggini affettuosi da un collega”

Mahmood litiga col fidanzato, l’indiscrezione bomba: “Messaggini affettuosi da un collega”

mahmood lite fidanzato-2
Il vincitore del Festival di Sanremo è stato immortalato durante una accesa lite con il compagno. Ed ecco cosa ci sarebbe dietro…
Vincitore dell’ultimo Festival di Sanremo, sì, ma non solo. Perché da quando Mahmood è diventato famoso, ha attirato anche l’attenzione delle riviste di gossip, incuriosite dalla sua love story con il compagno Lorenzo. Non è un caso, infatti, che proprio qualche giorno fa ‘Diva e Donna’ ha dedicato un servizio ad una presunta lite della coppia. Un litigio su cui oggi torna anche Dagospia, rivelando i motivi che avrebbero portato i due a sbottare.

Perché Mahmood ha litigato con il fidanzato
E’ il giornalista Ivan Rota a “svelare” il presunto motivo dell’accesa discussione. Stando a quello che si legge sul noto sito di attualità, infatti, pare che Lorenzo abbia trovato dei messaggi affettuosi sul cellulare di Alessandro (questo il vero nome di Mahmood, ndr). E non è finita qui. Rota aggiunge infatti che i messaggi sembrano sia stati scritti proprio da un collega del giovane cantante. Di chi si tratta? E’ mistero…

Chi è Lorenzo, il fidanzato di Mahmood
Maretta, dunque, tra Alessandro Mahmoud e la sua metà. Ma chi è precisamente Lorenzo, che ha fatto innamorare l’artista rivelazione di Sanremo? Toscano dagli occhi azzurri, è un giovane “dal fascino regale ed aristocratico”, fa sapere Chi, ed ha qualche anno in più dell’artista di origine egiziana. Lui, originario di Lucca, ha frequentato l’università a Firenze, tifoso della fiorentina e lavora nella moda per il brand Guidi 1896. Gli amici comuni raccontano che un sentimento autentico lo lega a Mahmood… Basterà a far superare le tensioni?

Mahmood litiga col fidanzato, l’indiscrezione bomba: “Messaggini affettuosi da un collega”ultima modifica: 2019-04-02T14:55:26+02:00da shopper2000
Reposta per primo quest’articolo
Loading...

Add a Comment